spiare-whatsapp

Su internet, gira la notizia che esista una tecnica per scoprire i tradimenti su WhatsApp. La privacy è una cosa importante e violarla è sbagliato. Soprattutto quella dei nostri partner, di cui dovremmo poterci fidare. Conoscere i metodi con cui si spiano le chat altrui è un’arma a doppio taglio, perché nello stesso modo in cui desideriamo violare la privacy di qualcun altro, così altre persone potrebbero volerlo fare nei nostri confronti. Sta di fatto che conoscerli, può essere anche un metodo per difendersi nel caso un cui invece, dovessimo essere noi a subire una violazione simile.

Come scoprire un tradimento su WhatsApp

Uno dei metodi per scoprire un possibile tradimento da parte del proprio partner si basa su una regola molto semplice: guardare con quale contatto WhatsApp il partner scambia più messaggi, immagini e video. Su WhatsApp si può vedere infatti la classifica dei contatti con cui chattiamo di più. È sufficiente aprire la classifica nella pagina utilizzo dati, e vedere chi si trova nelle prime posizioni. Che ci fa lui o lei tra le persone con cui ti senti di più? Ecco la domanda fatale. Se non è un amico o un’amica che conosci, ogni sospetto è più che legittimo. Nessuno scambia tanti messaggi con una persona che non gli interessa.

Ad ogni modo il metodo migliore per scoprire se ha avuto rapporti negli ultimi giorni, rimane quello dei segnali del corpo. Controllare le sue attività online e a individuare i comportamenti sospetti a volte aiuta, ma la fiducia è importantissima. Solo conoscendo davvero la persona che avete accanto, avrete anche gli strumenti per scoprire se il partner tradisce e come affrontare la questione. È sempre meglio lasciar perdere Facebook, Whatsapp e i vari social, in questi casi.

Gilda Fabiano
Mi chiamo Gilda Fabiano e sono nata all'inizio degli anni 90, decade che ha condizionato interamente la mia vita. Amo infatti la musica di quel periodo, dal grunge al pop, alla discutibilissima musica disco. Amo gli horror di ogni genere e sin da molto piccola ho iniziato a scrivere. Dapprima storie fantastiche e naturalmente horror, poi poesie, filastrocche, per arrivare ai fumetti. Amo cantare e sono passata a lungo anche attraverso la musica, soprattutto il jazz, ma anche questo influenza da sempre la mia scrittura. Ho iniziato ad apprezzare e scrivere articoli al liceo, quando per un progetto con la scuola, ho portato l'inchiesta sul fosforo bianco a Falluja, con il grandissimo aiuto di Sigfrido Ranucci. Nel 2017 ho deciso di avviarmi alla carriera di sceneggiatrice (per fumetti e non) iscrivendomi alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Durante questo percorso ho intrapreso diverse collaborazioni come articolista e recensore per riviste come Città Nuova, rivista online e cartacea di Roma, e il blog di recensioni cinematografiche chiamato Spoilers & PopCorn,. Oltre a collaborazioni come soggettista e ghost writer per diverse aziende ho anche pubblicato una storia breve a fumetti per la giovane casa editrice Bugs Comics. Continuo a scrivere poesie e racconti e da poco ho intrapreso la collaborazione con Tecnoandroid, di cui sono entusiasta!