In questi ultimi anni stiamo assistendo ad una vera e propria gara verso il green, infatti le auto elettriche stanno sempre più prendendo piede costringendo le case automobilistiche ad una corsa a presentare sempre più modelli in modo da offrire un listino ricco e competitivo.

Le auto elettriche ovviamente stanno mostrando tutte le carte in regola per poter riservarsi una buona fetta del mercato, ciò nonostante sono ancora lontane dallo spodestare sua maestà il diesel, il quale detiene ancora il monopolio come motore preferito da parte dei clienti intenzionati ad acquistare un’automobile.

Ecco i motivi per cui vince il diesel

I motivi per cui il diesel continua a mani basse a detenere il dominio del mercato sono presto detti, ma prima di elencarli va fatta una precisazione necessaria, infatti bisogna tener conto di tutto ciò che un possibile acquirente va a valutare prima di un acquisto.

A fronte di tutto ciò è facile intuire che il primo dei motivi per cui un acquirente preferisce il diesel è legato ai prezzi di listino, sensibilmente più elevati nell’elettrico in quanto tecnologia decisamente più giovane e recente, cosa che influisce tra l’altro anche sui costi di manutenzione, i quali nell’elettrico sono sensibilmente più alti.

Un’altra ragione per cui un cliente preferisce optare per il vecchio e caro Diesel, risiede anche a livello del carburante, infatti non è sempre detto che un pieno di elettroni risulti più economico di uno di diesel, fattore che accostato alla scarsa presenza di colonnine di ricarica, la quale obbliga l’utente a calcolare finemente gli spostamenti, sposta l’ago della bilancia nuovamente verso il vecchio e caro diesel.

Non c’è che dire, le auto elettriche hanno sicuramente tutte le carte in regola per diventare lo standard del futuro, ma devono scrollarsi di dosso l’immaturità legata alla giovinezza della tecnologia su cui si basano, non rimane dunque che aspettare che i tempi siano maturi.