blank

Qualche giorno fa abbiamo parlato del social network Facebook e di come, in pochissimi giorni, abbia perso la maggior parte del consenso da parte dei propri sponsor.

Il motivo lo ricorderete bene, tutto è partito da alcuni post del Presidente Donald Trump che il colosso di Mark Zuckerberg non ha voluto rimuovere. Ora anche Microsoft elimina le proprie pubblicità, anche su Instagram.

 

Facebook: i big lo stanno abbandonando

Microsoft ha sospeso la sua pubblicità su Facebook e Instagram negli Stati Uniti a maggio e recentemente ha esteso il provvedimento a livello globale. È quanto scrive in esclusiva Axios che cita una chat interna del gruppo. Nonostante la notizia, a differenza di moltissimi altri inserzionisti che hanno recentemente abbandonato la piattaforma come Coca Cola e Starbucks, Microsoft è preoccupata per dove vengono mostrati i propri annunci, non tanto per le politiche di Facebook.

Ma lasciando un attimo in disparte il motivo, come scrive Axios, è preoccupante vedere che un altro grande inserzionista, da sempre sulla piattaforma, in questo momento non sta rimpinguando le casse della piattaforma, soprattutto dopo i comportamenti di qualche giorno fa. Vi ricordo infatti che qualche giorno fa girava la voce di un accordo segreto tra Zuckerberg e Donald Trump.

Quest’ultimi non hanno mai parlato l’uno dell’altro ma è semplice da notare come il primo non abbia quasi fatto nulla nei confronti del secondo. Twitter infatti, a differenza della piattaforma di Menlo Park, ha eliminato qualsiasi post offensivo e ritenuto razzista, sia di Trump che del suo team. Non ci resta che attendere, sicuramente altre grandi aziende nei prossimi giorni abbandoneranno la piattaforma.