Il colosso di e-commerce Amazon, insieme al suo CEO e fondatore Jeff Bezos, stanno proseguendo la strada per la tutela dell’ambiente. Nel mese di febbraio 2020 hanno infatti permesso un investimento pari a 10 miliardi di dollari e ora ha deciso di investirci nuovamente.

Bezos ci tiene molto alla tutela dell’ambiente per salvaguardare la terra, come rivela il Wall Street Journal ha deciso di lanciare un nuovo fondo di capitale di rischio da 2 miliardi di dollari da investire in energia pulita e altre tecnologie.

 

Amazon e Jeff Bezos lanciano un fondo da 2 miliardi di dollari per la tutela dell’ambiente

Si tratta di un investimento importante che ricade all’interno di un piano più grande, ossia quello soprannominato “Climate Pledge“, annunciato lo scorso settembre 2019. Il suo obiettivo è da una parte mirato e dall’altra molto imponente, ovvero portare la società a zero emissioni di carbonio entro il prossimo 2040. Il colosso di Seattle ha spiegato all’interno di un comunicato che il fondo “servirà a sostenere lo sviluppo di tecnologie sostenibili e di decarbonizzazione“.

Lo scorso anno possiamo affermare che è stato un anno record per la piattaforma, partendo dalle vendite nette che sono incrementate del 22%. Il 2020, nonostante il Covid-19, ha fatto toccare nuovi massimi alle azioni del titolo, è contemporaneamente aumentato il patrimonio di Jeff Bezos in tema ambientale, ricevendo molte critiche.

Proprio nel 2019, infatti, nonostante l’impegno preso con il piano Climate Pledge, Amazon ha riportato un aumento delle emissioni di carbonio del 15%. Un dato che non è affatto piaciuto neanche all’interno dell’azienda stessa, tant’è che qualche mese fa, precisamente a gennaio, diversi dipendenti su Medium hanno criticato la politica ambientale di Amazon, chiedendo “più impegno”.