Da poco più di due settimane, ormai, è ufficialmente online Immuni, l’app tutta Italiana dedicata al tracciamento dei contagi da Covid-19. In questo breve periodo, quindi, l’app sviluppata da Bending Spoons in collaborazione con il Governo Italiano ha già mostrato i primi risultati. Nelle Marche, infatti, sono stati rilevati i primi due casi reali per cui, come previsto, è scattata la procedura di registrazione telematica da parte del medico di famiglia. 

Per le persone che hanno avuto dei contatti, e che quindi sono stati avvertiti di una probabile esposizione al Covid-19, scatteranno i tamponi per vericare l’eventuale positività. Nelle ultime ore Luca Ceriscioli, presidente della regione Marche, ha commentato soddisfatto la vicenda: ”L’attivazione di questo importante supporto per la lotta al Coronavirus è un fatto importante. Ci ha permesso di verificare che la macchina sanitaria anche in questo caso funziona in tutti i suoi percorsi”.

Immuni: l’app funziona, arriva il supporto da parte di Google

Come accennato alcuni giorni fa, Google è in prima linea nella battaglia intrapresa dal nostro paese contro il Covid-19. Nelle ultime ore, infatti, il colosso della Mountain View, attraverso il sistema Android, ha inoltrato una notifica a tutti gli utenti, invitando questi ultimi a ricevere avvisi in caso di esposizione e quindi a scaricare Immuni, l’app Italiana dedicata al contact tracing. 

Grazie alle API sviluppate da Google ed Apple, quindi, i dispositivi di tutta Europa potranno comunicare fra loro. Ovviamente, per poter funzionare, tutte le app Europee dedicate al tracciamento dei contagi dovranno essere scaricate da un numero sufficiente di persone.