Tim Voce e Giga

Nel corso delle ultime settimane ci sono stati numerosi cambiamenti unilaterali in casa TIM. Il gestore di telefonia ha previsto delle modifiche per i suoi piani di telefonia mobile per tutti coloro che hanno una scheda SIM e che al tempo stesso non hanno una ricaricabile attiva sulla propria rete. In questo caso, gli abbonati dovranno corrispondere un extra mensile di 1,99 euro.

 

TIM, la modalità “Sempre Connesso” prevede dei costi extra ogni mese

Oltre a questo cambiamento inerente alle schede SIM, TIM da qualche mese ha previsto un’ulteriore rimodulazione per tutta la platea degli abbonati. Il gestore, infatti, applica di default la modalità “Sempre Connesso” su tutti i profili con fatturazione da credito residuo.

Con la modalità “Sempre Connesso” alla scadenza mensile della ricaricabile, in caso di mancato credito residuo sulla SIM, gli utenti potranno utilizzare per una giornata consumi illimitati per quanto concerne chiamate, SMS e navigazione internet. I consumi illimitati però avranno una fatturazione a debito di 0,90 centesimi, che saranno detratti alla prima ricarica utile.

In caso di mancata ricarica dopo 24 ore dalla scadenza della promozione, sarà sbloccata un’ulteriore giornata di consumi no limits sempre al prezzo fisso di 0,90 centesimi. Solo alla seconda giornata dopo la scadenza della promozione, i consumi della SIM saranno bloccati. Il totale massimo della fatturazione a debito si attesterà quindi su 1,80 euro.

Il servizio “Sempre Connesso” non è ovviamente attivare per coloro che utilizzano la funzione di Ricarica Automatica. Con la fatturazione da carta di credito o conto corrente, il saldo della SIM è infatti aggiornato di default alla scadenza della ricaricabile.