tesla-incidente-guida-autonoma

Un’altra vettura marchiata Tesla è stata la protagonista indiretta di un incidente stradale dai risvolti alquanto particolari. Il veicolo in questo, una Model 3, stava viaggiando a 110 chilometri all’ora con la guida autonoma inserita quando è finita dentro un camioncino.

L’altra vettura in questione in realtà aveva già subito un incidente. Quest’ultima si trovava capottata su un fianco sulla corsia interna di un pezzo di un’autostrada a Taiwan. Nonostante l’evidente oggetto immobile in mezzo alla carreggiata, la Model 3 ha continuato a viaggiare alla stessa velocità per un lungo trattato

Apparentemente, secondo la ricostruzione dell’uomo seduto al posto di guida dell’auto, il veicolo si è messo a frenare solo all’ultimo momento. La distanza non era sufficiente a quella velocità e la macchina è finita con il muso dentro il camioncino ribaltato. Per fortuna non ci sono state vittime.

 

L’incidente della Model 3 di Tesla: la guida autonoma ha toppato?

Negli anni ci sono stati diversi incidenti che hanno visto coinvolte macchine di Tesla impegnate a proseguire con la guida autonoma inserita. Il primo incidente in questione, perlomeno incidente mortale, risale al 2016. In questo caso risulta difficile dare piena colpa al veicolo anche se bisogna capire cosa è successo negli attimi prima dell’incidente.

Al momento non è chiaro se davanti alla vettura in questione ce n’era un’altra che ha cambiato direzione all’ultimo impedendo alla Tesla di vedere per tempo il camioncino. Come detto, il veicolo aveva iniziato a frenare, ma andando a oltre 100 chilometri all’ora, ne serve di distanza prima di fermarsi completamente. Rimane giusto la buona notizia che non c’è stato nessun morto.