tumori-5g-coronavirus

Il 5G sta diventando ormai una realtà sempre più consolidata, la nuova rete infatti prenderà piede in Italia con il passare dei mesi fino ad arrivare ad una copertura pressoché totale nel 2021.

La nuova rete, a scanso di equivoci inerenti la sua sicurezza, presenta delle specifiche prestazionali davvero impressionanti, infatti offre una latenza di appena 1ms e una velocità di download/upload rispettivamente di 10/5Gbps, dei valori veramente eccezionali.

Queste prestazioni sono rese possibile grazie all’impiego di onde elettromagnetiche in tre bande di frequenza, 700Mhz, 3700Mhz e 26Ghz, le quali consentono quindi una trasmissione dati a banda larga velocissima.

ADSL e Fibra al capolinea ?

A fronte di queste specifiche veramente da paura viene spontaneo fare un confronto pratico tra il 5G e le reti domestiche che basano il loro funzionamento su Fibra Ottica e ADSL.

Facendo determinate analisi e valutando attentamente la situazione in campo connessione della nostra penisola, la vittoria della ADSL e della Fibra non scontata, anzi.

Infatti le attuali connessioni offerte sul territorio non possono vantare le prestazioni che è in grado di offrire il 5G, dal momento che le velocità non sono paragonabili e per di più persistono ancora dei territori scoperti da ADSL e Fibra, problema che con le onde del 5G non sussisterebbe.

Ecco dunque che valutare l’installazione di una rete 5G come rete casalinga non è poi una cosa così sbagliata, dal momento che sicuramente i vari provider offriranno dei contratti ad-hoc per soddisfare le varie necessità, non sottovalutate quindi questa possibilità, soprattutto se vivete in zone scoperte dalle connessioni cablate.