windows-10-aggiornamento-problemi-pc-computer-spento-riavvia-

Gli Hard Disk sono i dispositivi di archiviazione certamente più conosciuti dagli utenti, infatti hanno per anni fornito la base fisica per lo storage dei dati nei nostri computer.

In questi ultimi anni però stanno vedendo il loro inesorabile declino, dovuto soprattutto all’avvento degli SSD, che hanno conquistato la community per la loro strabiliante velocità, che li candida di diritto ad essere il supporto d’elezione per l’installazione di programmi e sistema operativo sui nostri PC.

Gli Hard Disk quindi oramai giocano un ruolo marginale, assolvendo al compito di fornire storage per ammassare dati che non necessitano un pronto uso rapido e immediato.

Il nuovo aggiornamento di Maggio

Microsoft ha pensato però a tutti quegli utenti che hanno ancora un sistema basato su HDD e quindi ha deciso di fare loro un regalo, infatti l’aggiornamento di Maggio 2020, che verrà rilasciato a fine mese, ottimizzerà in modo molto radicale l’uso del disco fisso.

Microsoft ha lavorato precisamente sul processo di richiesta di risorse, impegnato per la funzione di indicizzazione, la quale in alcuni casi può richiedere un enorme dispendio di risorse, gravando così sulle prestazioni generali del sistema.

D’ora in avanti il sistema ottimizzerà questo processo (indicizzazione), infatti Windows 10 provvederà a bloccarlo del tutto nel caso in cui l’HDD si trovi in sessioni intense di scrittura, magari prolungate nel tempo, in modo tale da non intaccare le prestazioni globali del sistema.

L’aggiornamento May 2020 arriverà a fine mese ed è già ultimato, non resta dunque che attendere il suo rilascio e procedere all’installazione.