blank

Con lo scoppio e l’espandersi dell’emergenza sanitaria, le app per effettuare video-chiamate sono diventate tra i principali strumenti per restare in contatto con amici e parenti lontani. Se, da un lato, alcune piattaforme fino a non molto tempo fa erano ancora piuttosto poco utilizzate ed hanno raggiunto in queste settimane l’apice del successo, dall’altro lato, app e servizi molto noti e diffusi non hanno sin da subito offerto agli utenti tutti gli strumenti necessari per effettuare video-chiamate di gruppo con più partecipanti. Motivo per il quale molti utenti hanno preferito migrare ad altre piattaforme, costringendo queste applicazioni a rivalutare e a rimodulare la propria offerta.

E’ il caso di WhatsApp e Facebook Messenger, giusto per citare due delle app di messaggistica istantanea più popolari ed utilizzate al mondo. La prima ha da pochi giorni introdotto nella sua versione Beta la possibilità di effettuare video-chiamate di gruppo con un massimo di otto partecipanti; la seconda, invece, ha appena lanciato Rooms, una funzione che permette di effettuare video-chiamate con ben cinquanta partecipanti. Ma in cosa consiste questa nuova funzionalità? Come funziona e cosa la rende diversa dagli altri servizi e dalle altre app di video-chiamate?

Messenger Rooms, la nuova funzione per video-chiamate di gruppo fino a 50 partecipanti

Messenger Rooms permette di creare una stanza, appunto, alla quale i propri contatti possono accedere per avviare o partecipare ad una video-chiamata di gruppo. La stanza può ospitare al massimo cinquanta partecipanti e può essere pubblica o privata: nel primo caso, Facebook provvederà ad inviare un invito a tutti i contatti presenti nella propria cerchia di amici, che possono in questo modo scegliere se partecipare o meno alla video-chiamata. Nel secondo caso, invece, sarà l’utente stesso a stabilire chi potrà partecipare alla video-chiamata, e dovrà inviare il link generato a quei contatti, per consentire loro di prenderne parte.

Per creare una Stanza, occorre cliccare sull’apposita icona presente appena sotto la barra dello Stato di Facebook. A questo punto viene chiesto di fornire più informazioni sulla Stanza. Nello specifico, sarà necessario specificare il tipo di attività (chiacchierata, karaoke, famiglia, incontro, aperitivo, serata gioco, pausa caffè, ecc.); chi può trovare e accedere alla stanza (amici di Facebook o persone specifiche); e l’ora di inizio della video-chiamata di gruppo.

Il creatore della stanza ha pieni poteri su tutti i partecipanti, nel senso che potrà stabilire se espellere una persona dalla stanza dopo aver mostrato un comportamento scorretto. E’ anche possibile utilizzare i simpatici filtri AR di Facebook per rendere la video-chiamata ancora più divertente.