poste-italiane-truffe

In seguito allo scoppio dell’Emergenza Sanitaria nel nostro paese, è fortemente aumentato il numero di Hacker e Truffatori che, ogni giorno, sferrano degli attacchi ai danni dei consumatori meno avvezzi alla tecnologia. Sfruttando escamotage e sotterfugi, infatti, questi ultimi riescono quotidianamente a prosciugare il credito delle schede SIM e delle carte di credito di centinaia e centinaia di Italiani.

A quanto pare, però, di recente i truffatori sembrerebbero aver puntato gli utenti dei servizi di Poste Italiane. Sfruttando il nome della società, infatti, i cyber criminali, attraverso dei messaggi malevoli, cercano di colpire le vittime designate. Scopriamo quindi di seguito come difendersi da questi attacchi.

Poste Italiane: ecco i messaggi Phishing da evitare

Negli ultimi anni si sono moltiplicate in tutta Italia le truffe digitali che, attraverso email ed SMS malevoli, riescono a colpire ogni giorno centinaia di migliaia di consumatori. E’ proprio attraverso i messaggi di testo, quindi, che avviene la seguente truffa.

Inscenando un finto blocco del conto, infatti, i malintenzionati spingono le vittime a cliccare sul link presente nel messaggio per “Riattivare il proprio account”. Ovviamente si tratta di un messaggio completamente falso che, quindi, rimanda ad una pagina web fake di Poste Italiane, in cui avviene il vero furto dei dati.

Fortunatamente, però, difendersi da queste truffe non è così difficile. Ecco di seguito come riconoscere un messaggio fake:

  • fare attenzione all’oggetto del messaggio
  • tenere a mente che Poste Italiane non effettua mai comunicazioni del genere attraverso mail ed SMS
  • qualsiasi messaggio nel quale sono richiesti i propri dati personali risulta essere un tentativo di truffa.