blank

Molto spesso il mondo della telefonia nasconde numerose insidie, infatti a noi tutti è successo di incappare in chiamate pubblicitarie aggressive e fastidiose o addirittura truffaldine, gestite da falsi Call Center che altro non fanno che cercare di arraffare il nostro denaro o il nostro credito.

A quanto pare ultimamente sta circolando una nuova truffa chiamata Ping Call, il cui scopo è quello di spingervi a richiamare per azzerare il vostro credito, a tutto vantaggio ovviamente del truffatore che si approprierà del credito depositato sulla SIM.

Come funziona e come riconoscerla

La truffa è veramente semplice nel suo meccanismo d’azione, infatti si palesa inizialmente come una chiamata persa, ricevuta per una durata di pochi secondi e proveniente da un paese straniero, generalmente Tunisia, Regno Unito, Australia e Romania.

Il meccanismo ingegnato dai truffatori è quello di indurre chi ha ricevuto la chiamata a richiamare il numero raffigurato, ed è proprio qui che si attua la truffa.

Infatti quel numero che andrete a chiamare lo hanno in gestione i truffatori che potranno così decidere a modo loro il canone da pagare per chiamarlo, rendendolo perciò costosissimo.

Come se non bastasse, i truffatori non solo rendono il prezzo della chiamata al minuto elevato, ma vi tengono in attesa per diversi minuti attraverso falsi avvisi di attesa che vi faranno credere di non aver ricevuto la linea quando in realtà sarete già collegati e starete pagando a caro prezzo.

Quanto sopra elencato vi porterà quindi a pagare cifre nell’ordine delle decine di euro per appena un minuto o due di chiamata, denaro ovviamente intascato dai truffatori.

Il consiglio che vi diamo consiste nel controllare ogni volta che ricevete una chiamata da un paese straniero che non vi aspettate, magari cercando il numero in questione su internet dal momento che la maggior parte di essi sono già segnalati, questa piccola attenzione potrebbe salvare il vostro denaro.