Polizia Postale phishingLa Polizia Postale segnala una nuova email phishing che prende di mira i clienti Amazon al fine di ottenere i dati utilizzati per accedere agli strumenti di pagamento e, quindi, prelevarne i risparmi. Il tentativo di frode online riporta un messaggio che si pone l’obiettivo di intimorire le potenziali vittime, al fine di convincerle a cliccare su un link fraudolento capace di trafugare i loro dati per consentire ai cyber-criminali di compiere la truffa. Riconoscendo la comunicazione e sfruttando alcuni semplici consigli, però, si ha la possibilità di prevenire la frode e impedire ai malfattori di concludere l’inganno. Ecco, quindi, i suggerimenti forniti dalla Polizia Postale tramite il suo sito ufficiale http://www.commissariatodips.it.

Phishing: la Polizia Postale segnala un tentativo di frode ai danni dei clienti Amazon!

 

L’ultimo nome utilizzato in modo illecito dai cyber-criminali per la diffusione dell’ennesimo tentativo di phishing è quello di Amazon. I clienti del colosso potrebbero ricevere un’email che comunica il blocco dell’account; e che li invita a rimediare cliccando su un link che rimanda ad una pagina tramite la quale creare un nuovo account.

La creazione del nuovo profilo necessiterebbe l’inserimento di dati sensibili che non dovranno assolutamente essere inseriti, poiché in tal caso saranno spediti automaticamente ai criminali che li utilizzeranno per accedere al conto della vittima e prelevarne i risparmi.

Come suggerito dalla stessa Polizia Postale, dunque, è fondamentale verificare l’affidabilità di ogni comunicazione ricevuta prima di inserire dati sensibili online. Inoltre, si raccomanda di non cliccare su link di accesso rapido forniti da terze parti non identificabili.