samsung, Snapdragon 865, Exynos 990, SoC, Qualcomm, Galaxy S20

Come sempre negli ultimi anni, Samsung ha lanciato i nuovi top di gamma realizzando due versioni distinte di ciascuno. Questa scelta è stata adottata anche con i nuovissimi Galaxy S20 che possono vantare una dotazione hardware leggermente diversa.

In particolare, una è dotata di SoC Exynos 990 destinata al mercato interno ed Europeo. L’altra variante è caratterizzata dal SoC Qualcomm Snapdragon 865 ed è destinata al mercato internazionale.

Proprio nei giorni scorsi, Samsung ha dato il via ad una mossa particolare. Il produttore infatti ha scelto di commercializzare nel proprio Paese i Galaxy S20 con SoC Qualcomm insieme a quelli con SoC Exynos. Inizialmente la scelta era stata motivata dagli analisti dal fatto che il processore Snapdragon 865 fosse più potente della controparte proprietaria.

È guerra tra SoC Qualcomm ed Exynos in casa Samsung

I feedback degli utenti avevano confermato queste voci e di fatto si sentivano traditi dal brand per aver proposto loro un device meno potente. Inoltre, molti autorevoli media hanno indicato come il SoC Exynos 990 sia generalmente meno efficiente sotto il punto di vista delle performance e dell’autonomia.

Al fine di spegnere sul nascere questi voci, Samsung ha rilasciato ufficialmente una dichiarazione molto importante. Il produttore conferma che entrambe le varianti della serie Galaxy S20 sono realizzate secondo gli stessi standard. Tutti i modelli sono sottoposti agli stessi test e sono ottimizzati per performare allo stesso modo nell’utilizzo di tutti i giorni. Samsung quindi conferma che non ci sono differenze sostanziali tra le due varianti, ma l’opinione di molti è che invece ci siano.