blankGoogle Covid-19, in uno dei giorni più bui della storia recente, almeno per quanto riguarda proprio la terribile epidemia di Coronavirus nel mondo, Google decide di compiere un grandissimo passo verso le piccole imprese destinando oltre 800 milioni di dollari per sostenerle in un periodo difficile.

Consapevole della propria posizione di dominio assoluto e di faro per molti di noi, Google ha deciso di aiutare chi è sicuramente più in difficoltà da un punto di vista economico, le piccole e medie imprese, le organizzazioni sanitarie ed i governi. Di seguito il dettaglio del contributo da 800 milioni di dollari.

 

Google e Covid-19: ecco il nuovo contributo da 800 milioni di dollari

  • 250 milioni saranno destinati in crediti pubblicitari per aiutare l’Organizzazione Mondiale della Sanità 100 agenzie governative nel mondo, con il chiaro intento che possano diffondere messaggi utili per prevenire la diffusione del virus (un aumento di 25 milioni rispetto ai 225 annunciati poche settimane fa).
  • 20 milioni di dollari sono a disposizione delle istituzione finanziare per lo sviluppo delle comunità, le quali pubblicheranno annuncio di servizio pubblico sui fondi di sostegno per le piccole/medie imprese.
  • 340 milioni di dollari saranno in crediti per Google Ads, nonché messi a disposizione di tutte le PMI con account risultati attivi nel corso degli ultimi 12 mesi (potranno essere utilizzati entro la fine del 2020).
  • 200 milioni di dollari in un fondo di investimento a supporto delle istituzioni finanziarie del mondo per aiutare le PMI ad accedere ai crediti e delle NGO.
  • 15 milioni di dollari di sovvenzioni alle organizzazioni no profit, il cui obiettivo è di colmare le lacune delle PMI nell’accesso al finanziamento.
  • 20 milioni di dollari in crediti Google Cloud per i ricercatori e le istituzioni accademiche impegnati nello studio di terapie, vaccini e tutto quanto riguarda il Covid-19.
  • aumento fino a 10’000 dollari del contributo offerto da Google per il raddoppio delle donazioni ad organizzazioni no profit da parte di ogni proprio dipendente, in aggiunta ai 50 milioni già donati da Google stessa.

Questo è l’impegno dell’azienda nella lotta al Covid-19.