dvb t2Il nuovo digitale terrestre, universalmente chiamato DVB T2, sta ufficialmente arrivando in Italia, l’introduzione avverrà lentamente a partire dal Nord Italia, per una completa diffusione nel 2022. Sebbene i tempi siano ancora molto abbondanti, è bene iniziare a prepararsi al cambio epocale.

Molti non sanno che non tutti i televisori in commercio saranno compatibili con lnuove frequenze utilizzate dalle emittenti, le quali cercheranno di liberare le precedenti proprio per fare spazio alla realizzazione di una rete 5G (quindi verranno utilizzate dagli operatori telefonici). Se avete acquistato una TV negli ultimi 5/6 anni potete dormire sonni tranquilli, ma se avete dubbi sulla compatibilità, collegatevi al canale 100 200 del digitale terrestre; nell’eventualità in cui visualizzaste lo schermo nero o un messaggio d’errore, sappiate che il vostro modello non è compatibile con il DVB T2.

 

DVB T2: lo Stato elargisce un bonus di 50 euro

Se vi trovaste in una simile situazione, sappiate che vi potrete appoggiare al bonus da 50 euro elargito dallo Stato Italiano, proprio per le famiglie che si ritrovano ad essere costrette ad acquistare un nuovo televisore o un decoder esterno.

Per richiederlo vi basterà scaricare l’autocertificazione direttamente dalla rete, indicando di non aver mai usufruito del bonus, e sopratutto di avere un ISEE famigliare non superiore ai 20’000 euro (non è necessario presentare l’ISEE, ma autocertificate che è inferiore). Come ultimo step, gli addetti al punto vendita in cui avete completato l’acquisto provvederanno a scontare di 50 euro il valore finale della televisione o del decoder scelto, immediatamente sullo scontrino stesso (non sarà necessario attendere).