youtube

YouTube afferma che sta rivalutando le sue norme sul coronavirus e abiliterà gli annunci su un numero limitato di canali che discutono dell’epidemia. Inizialmente, YouTube ha demonetizzato tutti i video che menzionavano il coronavirus. Ma dopo aver affrontato il contraccolpo e aver capito che questo sarà un argomento di discussione per molti creator, YouTube ha cambiato la sua posizione.

Inizialmente, la piattaforma ha applicato la sua politica sugli eventi sensibili e ha posto l’epidemia di coronavirus sotto la dicitura “situazione atroce che provoca la perdita di vite umane“. Tale politica ha lo scopo di coprire eventi di entità significativa, come un disastro naturale.

 

YouTube sta cercando di selezionare i contenuti da includere cercando di evitare i video fasulli

Sta diventando chiaro che questo problema è ora una parte continua e importante della conversazione quotidiana. Pertanto vogliamo assicurarci che le organizzazioni di notizie e i creator possano continuare a produrre video di qualità nella miglior maniera possibile“, ha scritto Susan Wojcicki, CEO di YouTube, in una lettera ai creator.

Per iniziare, YouTube abiliterà gli annunci per alcuni canali, compresi quelli che si autocertificano. Wojcicki afferma che la piattaforma sta preparando politiche per espandere la monetizzazione a più creator e organizzazioni di notizie nelle prossime settimane.

Le modifiche mostrano la linea che YouTube ha intenzione di percorrere. Vuole evitare la monetizzazione di video fasulli, ma deve anche consentire a determinati creator di poter produrre contenuti utili per la piattaforma. Se non altro, questo è un promemoria per ricordare che è difficile applicare politiche generali e la piattaforma potrebbe dover considerare “eventi sensibili”, caso per caso.