IPTV: utenti felicissimi, il servizio è tornato ufficialmente con WhatsApp

Se si contassero gli utenti che ancora fanno affidamento all’IPTV illegale, il numero sarebbe davvero molto consistente. Specie ora che la stagione sportiva e calcistica è entrata nel vivo, la strada dello streaming illegale sarà battuta da tanti utenti che non vogliono pagare un regolare abbonamento a SkyDAZN.

 

IPTV, chi guarda Sky senza pagare rischia anche la galera

Nonostante le persone legate all’IPTV siano ancora tante, le ultime notizie sullo streaming illegale sono tutt’altro che positive. Le autorità proprio in questo mese si sono impegnate al massimo al fine di eliminare la rete che porta il segnale criptato nelle case degli italiani.

Anche in virtù delle retate effettuate in Italia ed in Europa dalle forze dell’ordine, oggi migliaia di pezzotti non sono più disponibili. Anche tutti quei siti internet che trasmettevano i canali Sky senza permesso sono stati chiusi in via definitiva.

Le fortune dell’IPTV sono favorite da una motivazione molto materiale, quella dei risparmi.  Purtroppo per i clienti, anche questa colonna sembra essere crollata.

Gli utenti che che si affidano al pezzotto oggi possono andare incontro ad una multa davvero salata. In base a quelle che sono le leggi in vigore, lo streaming illecito comporta una sanzione che può arrivare sino alla cifra record di 30mila euro. 

Ma non c’è soltanto la multa ad impaurire chi è legato all’IPTV. La visione non dovuta dei canali Sky o dei contenuti DAZN comporta un reato penale. Il rischio massimo è quindi quello della reclusione, dai sei mesi ai tre anni.