google-traduttore-assistant-interprete-modalita-funzionalità-dal-vivo-android

Google lancerà presto una nuova funzione chiamata “Modalità trascrizione” per aumentare l’efficienza dell’app Traduttore. Questa funzione verrà aggiunta nell’app Translate per Android, che la renderà un traduttore più simile all’uomo.

La modalità di trascrizione arriverà sulla versione stabile dell’app Google Translate nel secondo trimestre del 2020. La società non ha menzionato nulla sull’introduzione della funzione nella versione iOS dell’app.

Google Traduttore si arricchisce sempre più di funzionalità

La modalità di trascrizione è stata creata da Google per tradurre lunghi discorsi. Come dicono i rapporti, la funzione funzionerà registrando l’audio dal vivo tramite il microfono del telefono. Le ipotesi sono che Google aggiungerà la possibilità di lavorare anche con file audio.

Come riportato da The Verge, la funzione di trascrizione esaminerà le frasi, correggendo la scelta delle parole e aggiungendo la punteggiatura. La modalità di trascrizione non sarà disponibile online poiché Google afferma che sarebbe difficile eseguire trascrizioni multilingue in tempo reale. Questo è il motivo per cui l’azienda ha deciso di farlo sui propri server anziché sul dispositivo.

Secondo CNET, la modalità di trascrizione è in fase di test in tedesco, spagnolo e francese. Altre lingue saranno aggiunte prima del lancio della funzione nella versione stabile. Google non ha annunciato alcuna data ufficiale per il lancio della funzione, ma sarà rilasciata all’inizio del secondo trimestre.

Nel 2019, la società ha introdotto la modalità interprete per il suo assistente digitale che consente alle persone di parlare in due lingue diverse. In precedenza la funzione era disponibile solo per i display intelligenti, ma pochi giorni fa è stata introdotta anche per gli smartphone.