DVB-T2Il vecchio Digitale Terrestre è pronto alla pensione, lascerà presto il posto al DVB T2. Si tratta sempre di TV digitale ma con una marcia in più. Gli utenti stanno già sperimentando le fluidità e la qualità dei canali RAI e Mediaset. Con il nuovo anno cambiano parecchie cose. L’unica cosa da scoprire è se serviranno nuovi decoder o TV per riuscire a vedere tutto senza problemi. Vediamo come fare.

 

Come usare il DVB T2 dal proprio televisore per avere i canali in chiaro

Le emittenti televisive nazionali hanno introdotto due canali prova nel corso di questi ultimi giorni. Ci si accinge all’imminente chiusura del vetusto digitale terrestre. Lo switch-off garantirà l’abbandono della definizione standard in favore dell’alta definizione su tutti i canali con supporto al codec DVB T2 HEVC.

Per effettuare i test occorre risintonizzare la propria lista canali dal menu del televisore. Una volta fatto questo basta sintonizzarsi sul canale 100 e canale 200 per dare inizio alla dimostrazione di compatibilità. Non c’è niente altro da fare. Basta soltanto interpretare il risultato della prova che, a seconda dei casi, può produrre uno dei due seguenti risultati:

  • schermata nera: segnale non raggiungibile per incompatibilità diretta del decoder o del televisore con il nuovo standard di frequenze
  • messaggio in sovra impressione: se appare la scritta “Test HEVC Main10“ significa che la nostra apparecchiatura è in grado di ricevere ogni canale presente e futuro che trasmette secondo lo standard DVB T2

Il passaggio alle nuove frequenze avverrà in maniera graduale interessando le diverse regioni d’Italia a partire dal Nord nel 2021 per finire al Sud nel 2022.