Facebook

Come di consuetudine, il CEO e fondatore del social network Mark Zuckerberg, durante l’intervento annuale sulla piattaforma, ha voluto chiarire gli obiettivi del 2030, oltre che quelli dei prossimi 12 mesi.

Qualche giorno fa, alcuni esperti di tendenza social, hanno rivelato che anche quest’anno la piattaforma predominante sarà quella di Melo Park, anche se i concorrenti andranno a gonfie vele. Scopriamo insieme i propositi di Zuckerberg a lungo termine.

 

Facebook: ecco i propositi di Mark Zuckerberg per il 2030

Zuckerberg ha deciso di mettere nero su bianco, con un intervento sulla piattaforma, quelli che sono gli obiettivi della piattaforma sia per il prossimo anno che per il decennio che ci aspetta. Il target quest’anno si è fatto molto più impegnativo, con obiettivi pianificati nel dettaglio da qui al 2030. L’articolo lo troviamo all’interno di un lungo post sulla piattaforma, di cui riportiamo ora alcuni punti focali.

Zuckerberg ha in mente forti investimenti per la realtà aumentata, a partire dalla realizzazione degli occhiali AR con un progetto a cui partecipa anche Luxottica. Secondo il CEO, questa tecnologia andrà a mutare, almeno in parte, le modalità attraverso le quali ci relazioniamo con le informazioni ed i contenuti. Muteranno anche i social network, risponderanno anche a due esigenze che la community ha manifestato negli ultimi mesi.

Come prima cosa la necessità di migliori protezioni per la privacy, anche se sappiamo che a riguardo la piattaforma dovrà ancora lavorare parecchio. Come seconda cosa un focus maggiore sulle interazioni tra gruppi locali, per esempio Shoelace di Google punta proprio a questo obiettivo. La piattaforma collaborerà a più stretto contatto con governi ed autorità, in modo che possa stabilire nuove regole da sottoporre alla propria piattaforma.