the-witcher-successo-videogiochi

Prima sono arrivati i libri. A seguire sono arrivati i videogiochi. Alla fine è arrivata la serie prodotta da Netflix; a dire il vero in Polonia era già stata prodotta una serie, ma forse è meglio dimenticarsene. In ogni caso, il successo di questo franchise è da attribuire al terzo capitolo della serie videoludica The Witcher 3. L’attenzione attirata da quest’ultimo è sicuramente la causa che ha spinto a produrre la serie.

La serie è uscita da poco, ma nel mentre è già successo altro. L’attenzione che quest’ultima ha catalizzato ha spinto ancora di più proprio il terzo capitolo dei giochi targati DC Projekt Red. Durante le ultime settimane, solo su Steam, il numero di giocatori che stavano giocando contemporaneamente al gioco ha raggiunto livelli record superando anche quelli dell’uscita del videogioco stesso; sicuramente questa spinta è anche merito degli sconti presenti proprio sulla piattaforma sopracitata.

 

The Witcher tra i vari media

Il picco di giocatori che c’è stato a maggio 2015, mese di uscita del terzo capitolo della serie, è stato di 92.268. Nella giornata di ieri il picco è stato oltre 100.000 a salire. Inutile mettere il numero preciso che sicuramente continuerà a salire nel corso di queste ore. Un successo sicuramente inaspettato, ma che la casa produttrice del gioco potrà usare a suo favore per spingere sul prossimo prodotto in uscita, Cyberpunk 2077.

Detto questo, consiglio da videogiocatore, se volete giocare a The Witcher, partite almeno dal primo capitolo e poi continuate. Per quanto riguarda i libri, leggere non fa per tutti, ma potete sempre ascoltarli come audiolibri.