rimodulazioni

Le rimodulazioni telefoniche purtroppo continuano ad attirare l’ira dei consumatori poiché i principali gestori telefonici italiani hanno avvisato i loro clienti di nuovi aumenti in arrivo; purtroppo si tratta di una lotta continua soprattutto per i clienti Tim, Vodafone, Fastweb, Wind e 3 Italia; la storia sembra ripetersi.

Rimodulazioni telefoniche: ecco quali sono le tariffe colpite

Purtroppo, secondo il famoso sito web sostariffe, per diversi consumatori il mese di Dicembre non è iniziato nel migliore dei modi a causa di alcuni aumenti in arrivo; in particolare, già i clienti Vodafone hanno ricevuto l’SMS di avviso poiché gli ultimi aumenti sono stati introdotti l’otto di Dicembre per tutti coloro con attiva una tariffa Unlimited e Unlimited+.

Fortunatamente i clienti Vodafone colpiti possono disdire l’offerta:

  • Inviando una raccomandata A/R all’indirizzo Servizio Clienti Vodafone;
  • Inviando una PEC a disdetta@vodafone.pec.it;
  • Indirizzandosi al sito web e disdire il proprio contratto tramite la pagina vodafone.it;
  • Recandosi in un Centro Store Vodafone e compilare i moduli appositi;
  • Chiamando il Servizio Clienti.

Le brutte notizie arrivano anche per i clienti Tim poiché secondo sostariffe, il gestore telefonico blu ha deciso di eliminare in modo definitivo il servizio Internet Pay; si tratta di un servizio completamente gratuito per tutti i clienti con un contratto ADSL e Fibra di addebito dei contenuti utilizzati su smartphone e pc diretto nella fattura della linea.

Per recedere dal contatto Tim si devono scaricare i moduli per il diritto di recesso e quello per la cessazione della linea; una volta compilati è possibile:

  • Inviare la documentazione tramite PEC;
  • Recarsi in un centro TIM;
  • Inviare un fax al seguente numero: 800-000187;
  • Chiamare il 187;
  • Inviare una raccomandata A/R al Servizio Clienti Tim.