smartphone-salute-luce-blu

Che i nostri amati smartphone non siano esattamente il prodotto più salutare sul pianeta, non è una novità. Certo, molto dipende da come li si usa. Per esempio, guardare un display piccolo a distanza ravvicinata per diverse ore al giorno di fila non è sicuramente tra i comportamenti consigliati. Un altro utilizzo poco raccomandato, ma che la maggior parte di noi fa, è usarlo prima di andare a dormire. Diversi studi hanno sottolineato come la luminosità, nello specifico la luce blu influenzi negativamente il sonno.

Per cercare di risolvere tale situazione i produttori di smartphone da diverso tempo aggiunto una funzione nota ai più come filtro della luce blu, o a volte Luce Notturna. Un recente studio ha evidenziato come tale filtro risulti essere un’alternativa peggiore alla luce di base del dispositivo. A dirlo sono alcuni ricercatori dell’Università di Manchester.

 

Smartphone e salute: la luce blue e il filtro della luce blu

Il discorso è partito da un effetto della luce blu. Questa colorazione va a interferire con la produzione di melatonina, l’ormone che tra le altre cose ci aiuta a dormire. Secondo il nuovo studio però, condotto al momento solo su cavie da laboratorio, la luce gialla, il colore principale quando questi filtri vengono attivati, ha un effetto peggiore sui recettori all’interno dell’occhio, i coni.

Ovviamente come appena detto, lo studio è ancora a uno stadio non troppo avanzato. Manca ancora la prova sulle persone, ma il fatto che il giallo interferisca maggiormente con la produzione di melatonina un senso.