5g servizi segreti e corpi militari

Durante l’ultimo summit della NATO, tutti i paesi membri hanno deciso di garantire la sicurezza delle nostre comunicazioni, incluse quelle che sfruttano la rete 5G. Ma il risvolto di questa affermazione è che la rete di quinta generazione può fornire prestazioni e possibilità mai avute da servizi segreti e corpi militari di tutto il mondo. Il 5G è infatti in grado di collegare sistemi digitali che elaborano enormi quantità di dati per funzionare in modo automatico.

Dunque, se guardiamo all’innovazione portata dalla nuova rete, come sempre saranno le applicazioni in campo militare a beneficiare di questa tecnologia. E se vogliamo toccare con mano la portata di tale innovazione ci basta leggere il rapporto Defense Applications of 5G Network Technology pubblicato dal Defense Science Board.

 

5G: servizi segreti e corpi militari interessati alla connessione

Secondo gli esperti, il 5G aprirà la strada anche all’uso massivo di armi da fantascienza per l’offesa a lunga distanza come missili e droni. Il tutto sarà possibile grazie alla maggiore padronanza dei sistemi di guida iper precisi e responsivi per le basse latenze della rete. Raccogliere, elaborare e trasmettere enormi quantità di dati in tempi fulminei garantirà altresì la costruzione di sistemi di difesa automatici che interverranno prima che l’uomo possa decidere.

Anche sul campo di battaglia sarà possibile godere di un’innovazione dirompente, visto che la nuova tecnologia potrà collegare contemporaneamente milioni di apparecchiature ricetrasmittenti in un’area ristretta senza il rischio d’interferenze. Infine, anche le guerre informatiche subiranno una decisiva accelerazione, dove gli stati nazionali combatteranno battaglie sotto traccia per rubare o scoprire segreti militari tra loro.

Ma l’opinione pubblica cosa pensa di tutto questo? Praticamente non si esprime in merito, poiché le implicazioni del 5G sono quasi del tutto focalizzate sulla commercializzazione lato consumer, o sugli effetti nocivi dei micro campi elettromagnetici per la salute e l’ambiente.