Fortnite

Fortnite è un gioco che ha riscosso un successo notevole fin da subito e da diversi giorni non si fa altro che parlare della notizia riguardo il videogame disponibile sul PlayStore; tantissimi utenti, infatti, si sono fin da subito entusiasmati all’idea. Ma si tratta di una vera notizia?

Secondo diverse indiscrezioni, la famosa società di videogiochi Epic Games ha deciso di continuare a distribuire il suo videogame sul sito web perché non è riuscita a trovare un accordo con il colosso di Mountain View; eccovi svelati tutti i dettagli a riguardo.

Epic Games e il no di Google per Fortnite: ecco cosa realmente è successo

Epic Games sin dal lancio di Fortnite per Android ha sempre scelto per una distribuzione in house, in questo modo non è obbligata a cedere il 30% dei guadagni al colosso di Mountain View; le condizioni d’uso del Play Store per gli sviluppatori hanno regole ben precise da rispettare: un terzo dei proventi degli acquisti in app o delle app vendute devono andare a Google poiché mette a disposizione l’infrastruttura tecnologica.

Epic Games, dunque, ha avviato una trattativa con Google nella speranza di ottenere uno sconto o un trattamento differente; il colosso di Mountain View, però, non ha ceduto alla proposta ricevuta poiché tutti gli altri sviluppatori rispettano le regole del Play Store.

Non resta che aspettare ulteriori informazioni ufficiale a riguardo, anche se la stessa Epic Games ha dichiarato: “Abbiamo chiesto a Google di non applicare le sue aspettative che i prodotti distribuiti tramite Google Play usino il servizio di pagamento di Google per l’acquisto in-app. Riteniamo che questo vincolo di un servizio di pagamento obbligatorio con una commissione del 30% sia illegale nel caso di una piattaforma di distribuzione con una quota di mercato superiore al 50%.”