Operatori virtualiUna pericolosa falla nella rete mobile 4G potrebbe mettere in serio pericolo gli utenti VodafoneIliadWind Tre TIM, non offrendo comunque all’azienda la possibilità di risolvere una situazione che potrebbe causare non pochi problemi.

Il 5G si sta lentamente diffondendo sul territorio italiano, dopo le accensioni in alcuni comuni del nostro paese, è sotto gli occhi di tutti la volontà delle aziende di espandersi sempre di più per progredire e raggiungere i livelli dei paesi del Nord Europa. Nonostante si pensi che il segnale 3G venga presto disattivato, l’attenzione è stata interamente catturata dalla possibile falla scovata all’interno del protocollo che regola il 4G offerto dai principali operatori telefonici del nostro paese.

 

4G fallato: il rischio è enorme per i contribuenti

Tutto ruota attorno alla possibilità che un cybercriminale vada a creare una sorta di rete privata a cui il nostro smartphone andrebbe malauguratamente a collegarsi credendola una cella telefonica (noi fisicamente non noteremmo differenze), con un problema tuttavia davvero enorme, il suddetto avrebbe libero accesso al terminale, a tutti i dati contenuti nello stesso e direttamente anche alle nostre attività.

Chiaramente noi non possiamo fare davvero nulla per evitare una situazione simile, gli operatori sono a conoscenza del problema legato allo standard di comunicazione ma hanno in parte le mani legate. Per evitare di creare inutili allarmismi, ricordiamo comunque che è molto difficile mettere in atto un simile “trucchetto”, sono necessarie attrezzature molto costose ed in alcuni casi rare e particolari (nonché si necessita di una grandissima abilità).