Il miliardario Elon Musk è sicuramente uno dei personaggi più rivoluzionari degli ultimi 20 anni. Non solo Tesla, ha fondato anche OpenAI e la futuristica società spaziale SpaceX, che ultimamente sta facendo parlare per le sue missioni con obiettivi a volte più grandi e difficili della Nasa.

Elon Musk: l’innovatore ironico

La sua fama si è ingrandita in modo particolare dal 2017, in cui inizia la produzione di speciali tegole che permettono la funzione di pannello solare così da posizionarsi come uomo dell’anno per tecnologia e ambiente.

Ovviamente, Elon sembra esser subito collegato a Tesla. E tanto di cappello. Perchè? Nel 2018 lancia la produzione della Tesla Model 3, macchina elettrica, con un prezzo, diciamo alquanto ristretto per tutte le caratteristiche tecniche che offre. Parte dai 30 mila dollari.

La sua mente visionaria vede in cantiere, anche la produzione della batteria più grande al mondo, in litio, che dovrebbe avere una potenza tale da mantenere più di tremila abitazioni.

Il 2019 anno protagonista, del nuovo truck minimal-futuristico, che sul web ha generato moltissime emozioni diverse ma Elon pensa anche oltre i confini dell’atmosfera.

Infatti Elon vuole creare una spedizione intorno all’orbita della Luna con due volontari per la durata pari a 7 giorni. La sue mente tanto illuminata quanto ironica, come sappiamo riesce a gestire anche gli imprevisti, quelli che lui chiama errori di prova, senza i quali non si arriverebbe all’eccellenza.

Per questo ricordiamo l’ultimo incidente riguardante il cyber-truck, che durante la presentazione avvenuta poco tempo fa, i finestrini erano stati definiti indistruttibili, ma durante il test di prova davanti a degli spettatori, quest’ultimi invece si sono crepati.