Fastweb

“Tra le iniziative di collaborazione rientrano la condivisione costante e l’analisi delle informazioni per la prevenzione degli attacchi, lo scambio di segnalazioni relative a vulnerabilità e incidenti finalizzate all’individuazione dell’origine delle minacce contro infrastrutture critiche nonché di rapporti finalizzati al monitoraggio e allo studio dell’evoluzione della criminalità informatica.” Queste sono alcune parole dell’accordo siglato tra Fastweb e la Polizia di Stato per collaborare insieme nel tutelare le reti e i sistemi informativi dalla criminalità informatica; eccovi svelati tutti i dettagli a riguardo.

Fastweb e la Polizia di Stato in collaborazione: ecco quali sono i loro obiettivi

A firmare il documento è Franco Gabrielli, Capo della Polizia e direttore generale della Pubblica Sicurezza insieme ad Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb. Con questa collaborazione si impegnano a:

  • Condividere l’analisi delle informazioni per prevenire gli attacchi dei cybercriminali;
  • Scambiarsi le segnalazioni che riguardano la vulnerabilità per individuarne l’origine.

Fastweb comunica che il suo principale obiettivo è quello di tutelare i suoi clienti e le sue infrastrutture con ogni mezzo necessario; difatti, mette a disposizione un centro di competenza dedicato alla progettazione di soluzioni di IT Security attivo 24 ore su 24 per la gestione dei servizi di sicurezza per le amministrazioni pubbliche e delle aziende.
Per la Polizia di Stato, invece, a proteggere e tutelare la sicurezza è il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche del Servizio Polizia Postale e delle comunicazioni.

Ad assistere alla firma dell’accordo erano Armando Forgione (Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato) e Nuncia Ciardi (Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni); inoltre, erano presenti anche Sergio Scalpelli (Direttore delle relazioni esterne e istituzionali), Luca Merzi (Security e Real Estate Officer) e Giuseppe Putrino (Head of Authority operations).