Google Assistant potrà presto preparare un bel bagno caldo. Il colosso di Mountain View ha, infatti, di recente pubblicato tutte le istruzioni necessarie per permettere agli sviluppatori di integrare nuove funzionalità per gli oggetti intelligenti della stanza da bagno.

In particolare, Google Assistant supporterà presto una serie di funzionalità pensate per i rubinetti e le vasche da bagno, e sarà possibile, per esempio, riempire la vasca fino ad un certo livello, erogare una quantità d’acqua specifica o svuotarla, oltre che aprire e chiudere i rubinetti da remoto, attraverso un semplice comando vocale.

Questo significa che, quando siamo di ritorno a casa dopo una lunga ed intensa giornata di lavoro, potremmo chiedere a Google di prepararci un bagno caldo e trovare il tutto già pronto al rientro. Insomma, finalmente anche l’assistente vocale di Google comincia ad arricchirsi di funzionalità e a supportare più oggetti della Smart Home, proprio come Amazon Alexa.

Uno dei più grandi limiti di Google Assistant, infatti, è il fatto che questo non sia compatibili con molti prodotti di terze parti, quanto invece accade con Amazon Alexa, riducendo di fatto le possibilità dell’assistente vocale di casa Mountain View. Negli ultimi mesi, però, Google ha cominciato a lavorare al supporto di Google Assistant con più oggetti intelligenti.