microsoft edge chromium

Durante l’evento Microsoft Ignite 2019 con sede a Orlando, la nota azienda di Redmond ha annunciato l’arrivo della nuova versione del browser Edge, con la particolarità che il cuore del software sarà basato sulla piattaforma open source Chromium. Il nuovo Microsoft Edge, pertanto, sarà ufficialmente rilasciato il 15 gennaio 2020 e sarà disponibile sia per PC Windows che Mac, ma anche per la telefonia mobile.

L’adozione della piattaforma Chromium da parte di Microsoft segue l’esempio di diverse aziende come Opera e Google, che ha basato il suo Chrome per l’appunto. Il codice sorgente, come detto, è disponibile gratuitamente sin dal lancio nel 2008 del browser di Big G.

 

Microsoft adotta la piattaforma Chromium: il nuovo Edge arriva nel 2020

Edge sarà ristrutturato a partire dal cambio di logo, e implementerà la funzione chiamata “Gruppi di prodotto” che permette all’utente esportare con maggiore efficacia gli elementi di testo e le immagini delle pagine web. La risultante sarà poi visualizzata su file Word, Excel o come allegati mail.

Anche gli utenti business potranno usufruire di una nuova pagina aziendale dotata di accesso rapido sia ai file di Office 365 che ai siti e alla ricerca su rete Intranet grazie al motore di ricerca Microsoft Bing. Cercare un collaboratore, l’esatta ubicazione di un ufficio o capire come è composto lo stabile non sarà più un’impresa grazie all’integrazione di Microsoft Search nel browser Edge. Inoltre sarà possibile usare la “modalità Internet Explorer” per sfruttare la retro compatibilità con il vecchio browser, con la differenza che ora la pagina si aprirà all’interno del browser Edge.

Sempre dall’evento di Orlando, sembra che Microsoft stia sviluppando una versione di Edge su Chromium per architettura a 64 bit, mentre si vocifera che sia in lavorazione anche una versione per Linux. Se non volete aspettare gennaio 2020 per testare il nuovo Edge, ricordiamo che è possibile scaricare la versioneRelease candidate” (quella che attualmente è la candidata a diventare ufficiale) direttamente dal sito Microsoft.