postepayNell’ultimo periodo le PostePay sono state letteralmente prese d’assalto da continue truffe perpetrate ai danni degli ignari consumatori in possesso di una carta ricaricabile di Poste Italiane. Periodicamente vengono ricevute e-mail o messaggi truffaldini, come difendersi?

La soluzione viene fornita direttamente dall’azienda con il lancio del nuovo servizio di SMS alert, questo consiste nell’invio di un messaggio ogni qualvolta viene effettuata una spesa con la PostePay collegata al numero di telefono (sia essa in negozio, su un sito internet o semplicemente un prelievo ad un ATM). Il suo problema più grande riguarda il costo fisso per ogni SMS ricevuto.

 

PostePay: le truffe provano a svuotare i conti correnti

Se la suddetta soluzione non è riuscita a convincervi appieno, allora potete fare affidamento solamente sulle vostre forze. Nel momento in cui ricevete un messaggio che appare palesemente come phishing, dovete semplicemente cancellarlo senza darci effettivamente peso.

Il riconoscimento è veramente semplice, prima di tutto presenta come mittente l’azienda fornitrice del servizio (nel nostro caso Poste Italiane), sicuramente integrerà un corpo del testo preoccupante e catastrofico (come il furto dei dati sensibili o il blocco dell’account), invitandovi caldamente a premere un link interno per la modifica delle credenziali o simili.

Dovete sapere che assecondando quanto scritto andreste a consegnare i dati nelle mani dei malviventi, mettendo di fatto in serio pericolo il conto corrente stesso. Avrebbero poi libero accesso al vostro denaro, con la possibilità di svuotarlo completamente. La pressione del link non causa alcun problema, ma per nessun motivo provvedete all’inserimento delle credenziali d’accesso.