raiGli utenti sognano ad occhi aperti, il canone Rai potrebbe essere presto abolito, la notizia ha fatto il giro della rete internet italiana in pochissimo tempo, ma se fosse tutto una truffa?

Il popolo nostrano è intriso di creduloni e di gente a cui basta pochissimo per pensare di poter avere la meglio sul sistema. Nell’ultimo periodo sono state distribuite e-mail con le quali si annunciava la decisione dello Stato italiano di abolire il fantomatico (nonché tanto odiato) canone Rai, andando al contempo a rimborsare tutti coloro che già lo avevano pagato.

 

Canone Rai abolito: truffa o verità?

Sognare non costa nulla, ma vi dovete comunque scontrare con la realtà, si tratta di una truffa a tutti gli effetti. Il messaggio di posta elettronica è un palese esempio di phishing, in cui comunque il malvivente cerca di indurvi alla pressione di un link inserito nel corpo della mail, in modo da farvi collegare ad un sito esterno dal quale poi carpire i dati personali.

L’unica cosa da fare, a questo punto, consiste proprio nella cancellazione immediata del messaggio di posta elettronica. Sappiate che, in ogni caso, non rischierete nulla fino a quando non avrete inserito i dati sensibili. Il rischio è comunque di trovarsi con un conto corrente letteralmente svuotato, senza nemmeno conoscerne il motivo.

L’Agenzia delle Entrate non proporrà mai il rimborso, se avete diritto all’esenzione (siete over 75 o percepite un reddito inferiore a circa 6000 euro), allora dovete presentare la richiesta direttamente sul sito ufficiale, compilando l’apposito modulo.