PostePay smishing
Le prepagate PostePay e PostePay Evolution sono ormai da tempo l’obiettivo favorito dai cyber-criminali che creano sempre nuovi tentativi di frode ed espedienti diversi per riuscire a trarre in inganno i titolari delle carte e svuotarle. Poste Italiane ha ripetutamente fornito ai suoi clienti i consigli utili ad evitare queste truffe online. Ancora una volta, comunica tramite mail degli accorgimenti che consentono di affrontare lo smishing, la nuova truffa che può prosciugare le carte PostePay.

PostePay: come affrontare lo smishing, i consigli di Poste Italiane!

I clienti di Poste Italiane, titolari di carte prepagate PostePay e PostePay Evolution hanno subito più volte tentativi di phishing che miravano ai loro dati sensibili. Di recente al phishing si è accostato un nuovo tentativo di frode, definito smishing. Quest’ultimo sfrutta le strategie tipiche del phishing ma circola tramite SMS. Si tratta quindi di SMS fittizi che attaccano gli utenti presentandosi a nome di PosteInfo; fornendo ai clienti dei link da utilizzare per aggiornare i loro dati che consentirebbero ai malfattori di accedere ai risparmi presenti nelle prepagate. PostePay smishing

Poste Italiane al fine di tutelare i suoi clienti ed evitare loro di cadere in trappola ricorda di non essere solita richiedere l’aggiornamento dei dati; o l’inserimento di informazioni sensibili online. Quindi, qualunque comunicazione riporti una tale richiesta, che si presenti tramite email o SMS, è da eliminare.

E’ fondamentale cestinare il messaggio ricevuto senza cliccare sul link fornito dai cyber-criminali. Questo indirizzerebbe ad una pagina clone apparentemente identica a quella dell’azienda, in grado di estorcere qualunque informazione lì inserita.