IPTV: "eclissi" è finita, tutto di nuovo online grazie a WhatsApp

Con la pirateria il mondo della TV a pagamento ha perso tantissimi utenti nel corso degli anni. L’IPTV non è infatti il primo baluardo delle pratiche illegali, dato che fin dai primi anni 2000 la situazione non ha mai smesso di portare nuove soluzioni.

Attualmente è tutto migliore dal punto di vista della qualità e del servizio, e a quanto pare sono ancor di più gli utenti coinvolti. Bisogna precisare che il servizio IPTV è stato utilizzato come metodo perfetto per diffondere i contenuti pirata in giro per il mondo e a quanto pare con grande successo. In tanti sanno che si tratta infatti di una situazione illegale, ma pagare 10 euro al mese piuttosto che centinaia di euro risulta un vero e proprio toccasana. Nonostante tutto sembrasse perfetto e ineluttabile, la Guardia di Finanza è riuscita a distruggere tutto senza troppi problemi, con un blitz che ha portato alla chiusura di tantissimi server.

Per le migliori offerte Amazon con tanti codici sconto disponibili, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare subito.

 

IPTV: dopo il blitz delle Fiamme Gialle sembra che il servizio sia ritornato di nuovo operativo grazie a WhatsApp

Da anni ormai l’IPTV porta all’esasperazione le grandi aziende come ad esempio Sky, e per questo ultimamente si era arrivati ad una retata che aveva distrutto i sogni di gloria dei malfattori. A quanto pare però il tutto sarebbe stato ripristinato pochi giorni dopo. 

Ad avere un ruolo di fondamentale importanza, sarebbe stata WhatsApp, mediante la quale i truffatori hanno diffuso in maniera rapidissima i nuovi codici.