caricare-smartphone-di-notte

Alla base delle abitudini di ognuno di noi in questo periodo di dipendenza dalla tecnologia c’è l’usanza di caricare lo smartphone di notte. Purtroppo però non si analizzano spesso i rischi di tale pratica che potrebbe nuocere ai nostri averi oltre che alla nostra salute. Nonostante gli altissimi livelli di efficienza dei nostri dispositivi è infatti presente una percentuale di pericolo che esplodano o prendano fuoco.

Vien da se che la possibilità di controllare periodicamente il nostro device in ricarica potrebbe salvarci da molti spiacevoli inconvenienti. Molti di voi si ricorderanno infatti i misteriosi incendi che accadevano ai possessori di Galaxy Note 7 nelle più disparate situazioni. Purtroppo quello non è un caso isolato e nessun produttore può garantire al 100% che questo non succeda.

Caricare lo smartphone di notte: osservare il dispositivo di tanto in tanto può salvarci la vita

Al giorno d’oggi lo smartphone è diventato il fulcro delle nostre giornate in mobilità. Email, Messaggi e fotografie sono una parte irrinunciabile del suo utilizzo che è arrivato a superare in alcuni casi anche quello di un computer. Da questa potenza di calcolo quasi infinita derivano però degli effetti collaterali, la durata inferiore della batteria. Per ovviare a questo problema molti scelgono quindi di caricare durante la notte, per cominciare la giornata con il dispositivo carico.

Nel tempo tuttavia si sono osservate le conseguenze di tale pratica che spaziano da una semplice diminuzione della vita dello smartphone a epiloghi ben più gravi. Nel primo caso la batteria durerà costantemente di meno a causa di un passaggio prolungato di corrente nelle sue celle. Se tuttavia la temperatura dovesse aumentare oltre un certo punto, ad esempio quando si ricarica su una coperta, potrebbe generarsi un incendio.

E’ capitato infatti di osservare batterie gonfiarsi inspiegabilmente, ad annunciare un esplosione imminente. A tal proposito sarebbe da tenere a mente di allontanare il nostro smartphone da materiali infiammabili durante la ricarica e porlo magari in una zona ben areata. Evitate quindi di lasciare il dispositivo sul letto o sotto il cuscino, potreste pentirvene amaramente.

Ovviamente non esiste una scienza esatta su questo genere di fenomeni che possono quindi accadere anche senza preavviso. Con i nostri consigli siamo però certi che la percentuale di rischio possa diminuire drasticamente, aiutandovi a non commettere errori.