Renault e Ford nella bufera: batterie e motori difettosi in 700 mila casi

I migliori produttori di automobili stanno riuscendo a tirare fuori veri e propri capolavori e tra questi ultimamente si sono affermati ancor di più i soliti. Nella schiera dei migliori rientrano di diritto anche Ford e Renault che infatti hanno rilasciato nuovi modelli delle loro auto di punta.

A quanto pare però non tutto starebbe andando per il meglio visto che secondo alcuni report ci sarebbero problemi in entrambi i casi. Renault avrebbe problemi di consumo di olio sui motori, grattacapo che avrebbe procurato addirittura la rottura di questi ultimi. Ford invece avrebbe problemi con le batterie che infatti perdono acido creando un buco nella cella e portando al corto circuito con possibilità di incendio del veicolo. Sono dunque previsti numerosi richiami in entrambi i casi e al più presto possibile.

 

Ecco la lista di tutti i motori Renault (e di altre case automobilistiche) coinvolti

Ultimamente tanti motori Renault sono finiti al centro dello scandalo di cui ormai tutti parlando da diverse settimane. I veicoli della casa francese sembra che stiano riscontrando problemi in merito al motore, dove il consumo anomalo di olio starebbe portando diversi problemi. Ciò potrebbe anche portare alla rottura completa del motore su 400 mila vetture lanciate sul mercato. Ecco infine la lista dei motori colpiti da tale difetto:

Leggi anche:  Auto: le nuove prospettive dei motori, tra elettrico, idrogeno e nucleare

I modelli sui quali è montato il motore 1.2 (tipo H5FT):

Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)

  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3

Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)

  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy

Mercedes (motore 1.2 115 ch)

  • Citan

Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)

  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar