dieselIl diesel, secondo uno studio condotto in questo periodo, potrebbe essere teoricamente meno inquinante di un motore elettrico. Siete scettici, lo capiamo e lo convidiamo, ma quando vi avremo spiegato i motivi di una tale affermazione, forse sarete meno convinti del vostro pensiero.

Nessuno dice che le emissioni di un motore diesel siano migliori di un elettrico, è palese che ci troviamo di fronte ad una CO2 praticamente assente, ma che se considerata nell’insieme non è poi così eco-friendly. L’inquinamento di un termico a diesel rientra principalmente nell’emissioni dell’automobile in sé, ma avete mai pensato a quanto possa inquinare la realizzazione e lo smaltimento di una batteria?

 

Diesel migliore dell’elettrico: ecco perché inquina di meno

Uno studio condotto nell’ultimo periodo ha posto l’attenzione al fatto che tutte le aziende che producono/assemblano le batterie da utilizzare poi nelle auto elettriche, utilizzino ancora una alimentazione carbone (in contrasto con la concezione di green mobility che ci spinge ad acquistare il prodotto finito). In parallelo lo smaltimento di un componente di questo tipo produce inquinamento, ancora peggio se non smaltita nel modo corretto (e noi italiani siamo esperti in questo).

Le ultime prove sul campo hanno dimostrato che una Mercedes C220d dotata di motore termico emette 142 grammi di CO2 per ogni chilometro percorso; estendendo i complessi calcoli descritti sopra alla realizzazione di una Tesla Model 3 è stato dimostrato come questa addirittura inquini 165 grammi per chilometro.

La vettura in sé è indubbiamente ad emissioni zero, ma per rendere la Terra un posto migliore andranno rivisti sicuramente anche tutti i processi produttivi che ne portano la realizzazione.