WhatsApp truffa foto profiloWhatsApp non è amico della sicurezza. Le norme non valgono per un’applicazione che espone tutti i suoi utenti ad enormi pericoli. Una schiera di insuccessi conclama una piattaforma poco incline alla cura della privacy. Con gli ultimi update il team ha migliorato la situazione prevedendo l’estromissione della tanto temuta funzione “Salva immagine in Galleria“. Ma in fin dei conti è cambiato poco. La foto profilo è ancora epicentro di paura dopo il furto di immagini che recentemente ha messo a rischio milioni di utenti in tutto il mondo, Italia compresa. Ecco che cosa sta succedendo con l’aggiornamento alle ultime novità che stanno costringendo molti ad abbandonare l’applicazione.

 

WhatsApp bocciato in sicurezza: non passa l’esame della foto profilo e siamo tutti costretti e nascondere la foto agli sconosciuti in questo modo poco pratico

Con WhatsApp non è soltanto questione di messaggi. Abbiamo una vera e propria identità personale da curare e mantenere. Le informazioni che concediamo liberamente sono il nostro documento. Ogni leggerezza si paga caro prezzo, come appena scoperto da molte persone. Rispetto ad Instagram, infatti, l’immagine è offerta a schermo intero ed è semplice fare uno screenshot da usare per salvare la foto del contatto sul telefono. L’eliminazione della funzione precedente non è servita a nulla. Basta aprire la foto ed eseguire un salva schermo in meno di un secondo.

Tale concessione stona con la nuova idea di riservatezza dichiarata da Facebook e concede ampio spazio alla creazione di profilo falsi. Ce ne sono a migliaia all’interno di chat e gruppi di discussione. Si passa dal trolling alla diffusione di veri e propri virus pericolosi. Tutto a nostro nome per un profilo ritagliato a nostra immagine e somiglianza.

Per difendersi occorre munirsi di pazienza e limitare la visibilità agendo su quelli che son i controlli offerti dall’app tramite la sezione Privacy del menu Impostazioni. Da qui possiamo scegliere di impostare il range di visibilità ai soli contatti in rubrica. In questo modo avremo la certezza che solo i nostri “veri amici” possano avere le informazioni. In alternativa possiamo agire diversamente prevedendo di scegliere se rendere visibile l’immagine a “Tutti” o a “Nessuno”. A voi la scelta.