samsung-galaxy-note10-vendite

L’anno scorso Samsung è stata salvata, almeno in parte, dalla vendite dei Galaxy Note 9. La serie Galaxy S9 andò malissimo affondando di tanto i profitti del colosso sudcoreano. Quest’anno la situazione si è già presentata diversamente nella prima parte dell’anno quando i dispositivi della serie Galaxy S10 sono andate molto bene, superando anche le previsioni in certi casi. Complice l’arrivo del Galaxy Fold, nonostante il primo lancio fallimentare, era lecito pensare delle vendite più contenute per quanto riguarda la coppia di phablet di quest’anno, Galaxy Note 10 e 10+.

Apparentemente questo non è successo e almeno per quanto riguarda i primi dati, quelli arrivati dal Sud Corea, i due modelli stanno andando oltre ogni aspettativa. Si parla già di oltre un milioni di vendite totali e il dato più incredibile è il lasso di tempo in cui è avvenuto ovvero appena 25 giorni; l’anno scorso il Galaxy Note 9 ci aveva messo 54 giorni. Certo, sono solo i dati che riguardano il paese natale del produttore, ma è comunque un dato importante.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S11, rivelata la data di lancio del prossimo device

 

Samsung Galaxy Note 10 e 10+

A livello globale, la scorsa generazione di phablet, ovvero l’unico modello della serie, aveva raggiunto in un anno quasi 20 milioni di spedizioni a livello globale. Di questo passo il record è raggiungibile e questo permetterebbe a Samsung di tenersi saldo il primo posto come produttore mondiale di smartphone, complice anche i recenti problemi di Huawei. Ovviamente il totale in sé è importante ai fini statistici, ma alla compagnia farà sicuramente più piacere sapere che più del 63% delle vendite attuali sono del Galaxy Note 10+ ovvero quello più costoso.