Nel solo secondo trimestre dell’anno sono stati venduti più di trenta milioni di altoparlanti intelligenti, con un incremento del novantasei percento su base annua. Segno che, ormai, gli assistenti vocali sono sempre più diffusi e richiesti dagli utenti… sia dall’utente meno esperto che si è lasciato incuriosire da questa nuova – ed utile – tecnologia, che da quello per il quale l’assistente vocale è divenuto di fondamentale importanza, fungendo da supporto ad un eventuale progetto di Smart Home.

Nonostante sia Amazon, con la sua Alexa, a guidare il mercato degli assistenti vocali (21,9% secondo i dati forniti dalla Strategy Analytics), molte aziende non si lasciano intimorire dal gigante del Web e propongono delle alternative. Uno degli ultimi arrivati è Beeb, l’assistente vocale lanciato dalla BBC.

Beeb, il nuovo assistente vocale che sfida Alexa, Siri e Google Assistant

La BBC si direbbe pronta a sfidare Amazon Alexa, Google Assistant, Siri, e gli altri colossi della tecnologia lanciando il proprio assistente vocale: Beeb. Non si tratta di un vero e proprio dispositivo intelligente, quanto di un software che, a partire dal prossimo anno, verrà integrato sul sito ufficiale, sull’app e sulle smart TV.

Leggi anche:  Google Assistant adesso ti aiuta ad ascoltare la musica mentre fai altro

Grazie a Beep, gli utenti potranno trovare i loro programmi preferiti e interagire con i servizi online del Broadcaster, chiedendo all’assistente virtuale di svolgere alcune operazioni. Beep, che è attualmente in fase di sviluppo da un team interno alla BBC, ed uno dei suoi punti di forza sarà l’algoritmo di riconoscimento vocale che sarà anche in grado di comprendere i diversi accenti britannici degli utenti.