Netflix

La piattaforma di contenuti in streaming Netflix, ha da qualche giorno eliminato una scena molto importante nella serie TV 13 Reasons Why, che racconta la storia del suicidio di Hannah Baker.

Molto probabilmente l’azienda di streaming ha deciso di eliminare questa scena perché troppo “cruda” agli occhi degli spettatori. Scopriamo insieme tutti i dettagli e soprattutto di quale scena stiamo parlando.

 

Netflix elimina una scena di 13 Reasons Why

Dopo aver ricevuto un consiglio da un esperto e con il totale appoggio dell’ideatore della serie 13 Reasons Why, Birna Yorkey, la piattaforma di contenuti in streaming Netflix ha deciso di eliminare una scena molto “cruda“. Stiamo parlando del suicidio della protagonista Hanna Baker, mandata in onda durante la prima stagione della serie TV.

La serie TV basata sul racconto 13 di Jay Asher racconta le vicende legate alla morte della studentessa Hannah Baker che, dopo essersi suicidata tagliandosi le vene, lascia sette nastri registrati nei quali spiega i tredici motivi che l’hanno spinta a farlo. Come si legge all’interno del comunicato ufficiale la sequenza rimossa è proprio quella del suicidio di Hannah nel bagno della propria casa.

Leggi anche:  Netflix: alcune delle novità in arrivo a settembre 2019

Ecco un estratto del comunicato: “Abbiamo saputo da molti ragazzi giovani che “13 Reasons Why” li ha incoraggiati a iniziare conversazioni su tematiche difficili quali depressione e suicidio e a chiedere aiuto, spesso per la prima volta. Di conseguenza, su consiglio di esperti, compresa la dottoressa Christine Moutier dell’American Foundation for Suicide Prevention e d’accordo con il creatore della serie, Brian Yorkey e con i produttori, abbiamo deciso di modificare la scena della Stagione 1 in cui Hannah si toglie la vita“.