Google ha rilasciato il tema Dark per svariate app. La società aveva anche già sperimentato temi dark a livello di sistema, con Android 8.1 Oreo, successivamente con Pie. Di recente la società ha condiviso come i suoi sviluppatori hanno creato i vari temi dark.

Su un sito web dedicato, Google Design presenta quattro app che hanno ricevuto di recente il tema Dark: Foto, calendario, notizie e l’interfaccia di Android Auto. Il team di Google Foto ha adottato un approccio leggero e discreto per scurire l’interfaccia dell’app, costituito da due elementi. Innanzitutto, nella visualizzazione galleria lo sfondo è di un grigio scuro per ridurre il contrasto. Inoltre, quest’ultimo diventa completamente nero una volta visualizzata una foto a schermo intero, per darti quella sensazione di proiezione delle diapositive. Di solito tutti preferiscono evitare l’uso del nero puro. Tuttavia in tal caso è in realtà l’opzione migliore.

Allo stesso modo, il team di Google Calendar si è subito imbattuto in problemi di leggibilità, ma potrebbero essere evitati applicando rigorosamente le linee guida fornite. Dunque, i colori personalizzati creati dagli utenti poi convertiti in modo intelligente in tonalità desaturate. In tal modo si accoppiano bene con uno sfondo grigio. Colori vibranti porterebbero invece a bordi sfocati, ciò che gli sviluppatori vogliono evitare.

Google ha condiviso alcune informazioni sul processo di realizzazione del tema Dark presente su molte app

Google News si è rivelato impegnativo a causa della sua dipendenza da contenuti esterni provenienti dalle notizie. I problemi includono icone che non hanno sfondi trasparenti, lasciandoli con un contorno bianco e immagini in evidenza che potrebbero rivelarsi stonate tra i colori scuri. Allo stesso modo, Google non ha potuto semplicemente desaturare i loghi come hanno fatto con il Calendario poiché sono proprietà protette. Oppure, sugli schermi, il testo bianco su uno sfondo nero può apparire sfocato e non definito. Per combattere questo problema, il team ha scelto un colore grigio più chiaro che riduce il contrasto, simile alla galleria di Google Foto.

Ultimo ma non meno importante, Google ci dà un’anteprima dell’imminente riprogettazione di Android Auto, fornito con un tema Dark. Sicuramente fondamentale fornire informazioni facilmente leggibili, così il team ha dovuto rendere l’interfaccia più intuitiva e diretta possibile. Anche qui, uno sfondo nero si è rivelato la soluzione più sensata, in quanto i guidatori dovrebbero essere accecati dalla minore luce possibile durante la guida notturna.

Google ha condiviso queste informazione sul suo processo di progettazione per fornire indicazioni agli altri sviluppatori. Ci sono molte idee sbagliate sul tema dark, tra cui molti che credono che il nero puro sia migliore del grigio, dal momento che spegne completamente i pixel OLED (il che non fa risparmiare nulla, come dimostrato dagli sviluppatori XDA). Al contrario, l’azienda sottolinea come la leggibilità e le informazioni siano più importanti.