5g-europa-italia-vodafone

Il 5G è ormai arrivato in Europa da un po’, ma è tutt’altro che diffuso. Mentre c’è ancora qualcuno che ci sta interrogando sugli effetti che potrà avere sull’uomo questa nuova tecnologia, il futuro sta comunque avanzando spedito. Il primo paese a poter dire di aver introdotto questa nuova rete è la Svizzera il cui operatore responsabile ha festeggiato introducendo ben tre dispositivi dotati di supporto nativo. Il secondo paese è stato il Regno Unito mentre il terzo siamo noi grazie a Vodafone; si potrebbe dire che siamo il primo paese dell’UE visto che i nostri vicini elvetici non ne fanno parte così come l’UK è con un piede già fuori dalla porta.

 

Il 5G in Italia grazie a Vodafone

È proprio l’operatore che ha annunciato ufficialmente l’introduzione della rete di nuova generazione la quale per il momento offre una copertura in 28 municipalità le quali rientrano nelle cinque più grandi città nel nostro paese. Ovviamente si sta parlando di Milano, Roma, Torino, Napoli e Bologna, ma non ci vorrà molto prima che altre vedranno l’introduzione dell’infrastruttura necessaria. Altri operatori sono al lavoro per ampliare la copertura e per competere con Vodafone e tra questi troviamo Tim, Fastweb e Iliad.

Leggi anche:  Vodafone, il 5G sempre più vicino: le nuore reti arrivano in Italia

L’amministratore delegato di Vodafone, Aldo Bisio, ha fatto sapere che entro il 2021 saranno ben 100 i siti, tra città e municipalità, che avranno accesso a questa nuova rete e a velocità di download/upload mai viste prima. Per quanto riguarda il raggiungimento di una copertura identica all’attuale 4G ci vorranno tra i 4 e i 5 anni per vedere tale integrazione del 5G in Italia.