iphone-cina-momento-periodo-nero-apple-vendite

Apple ha dovuto sopportare una serie di eventi che hanno influenzato negativamente le vendite dell’iPhone di Apple in Cina nell’ultimo anno. Un problema era la forza nel dollaro USA contro lo yuan cinese. Ciò ha costretto la Apple a valutare i suoi telefoni ad un prezzo più alto nel paese per mantenere i suoi margini di profitto.

Ad esempio, la forza del dollaro ha costretto Apple a quotare il suo iPhone XR “più conveniente” ad un prezzo più alto rispetto a Huawei Mate 20 Pro nel paese. Apple ha cercato di compensare la forza del dollaro tagliando i prezzi all’ingrosso dei suoi telefoni in Cina a gennaio.

Vendite di iPhone diminuite in Cina

Un altro problema che ha portato a rallentare le vendite di iPhone in Cina negli ultimi mesi è la guerra commerciale U.S.-Cina. Essa ha indebolito l’economia cinese e questo ha danneggiato le prestazioni di vendita dei telefoni Apple nel paese. Non dimentichiamo l’aumento del nazionalismo che ha avuto luogo in Cina dopo l’arresto in Canada del CFO Huawei Meng Wanzhou.

L’arresto era basato su un mandato degli Stati Uniti e ci sono state ripercussioni immediate per Apple. Diverse aziende in Cina hanno iniziato a sovvenzionare l’acquisto di smartphone realizzati da produttori cinesi mentre multano chi ha acquistato un iPhone.

Apple, i risultati del primo trimestre

Durante il primo trimestre del 2019, Apple ha spedito il 30% in meno di unità iPhone in Cina rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. Le consegne sono diminuite da 9,3 milioni di telefoni nel primo trimestre del 2018 a 6,5 ​​milioni di telefoni quest’anno. Ciò ha comportato un calo della quota di mercato della società in Cina nel primo trimestre dal 10,2% al 7,4% anno su anno. Ma ora le cose potrebbero girarsi.

Leggi anche:  TIM, c'è un incredibile sconto per gli utenti che acquistano un iPhone 11

Per dicembre, gennaio, febbraio e marzo, le spedizioni di iPhone in Cina sono crollate in media del 66% su base annua. I dati provengono dall’analisi dei dati mensili di vendita tramite smartphone del governo cinese.

Finora, l’analista non ha rilevato alcuna reazione negativa dall’escalation della guerra commerciale del presidente Donald Trump. Proprio la scorsa settimana Trump ha aumentato le tariffe di $ 250 miliardi di merci e ha minacciato il 25% di tariffe su altri $ 325 miliardi di merci dalla Cina. Ciononostante, i controlli sulla supply chain non hanno ancora mostrato alcun segno di rallentamento in base alle voci e alle azioni intraprese dalla Casa Bianca.

L’iPhone XR di Apple

Oltre a tagliare il prezzo all’ingrosso dell’iPhone in Cina all’inizio di quest’anno, il mese scorso ha ridotto del 6% il prezzo di vendita dell’iPhone nel paese. Ma ciò è dovuto alla decisione della Cina di ridurre l’imposta sul valore aggiunto (IVA) per i produttori in Cina al 13% dal 16.

Ad aprile, le spedizioni globali di smartphone in Cina sono aumentate del 6% dopo essere diminuite in 9 dei 10 mesi precedenti. Su base sequenziale, le spedizioni complessive di smartphone sono aumentate del 29% rispetto a marzo, mentre le spedizioni di iPhone sono aumentate del 19% rispetto allo stesso mese.

Apple ha visto tutte le sue imprese lottare in Cina. Per il secondo trimestre fiscale, Apple ha registrato un fatturato cinese di 10,22 miliardi di dollari, in calo rispetto ai 13,02 miliardi di dollari dello stesso trimestre dello scorso anno. Questo è un declino del 22%.