esenzione canone RAIL’evasione dai pagamenti del canone RAI ha condotto all’inserimento del costo di abbonamento all’interno della bolletta elettrica. Chiunque possieda un apparecchio televisivo è tenuto a versare all’erario una somma unica indipendentemente dal numero di componenti del nucleo familiare e dall’utilizzo. Ad ogni modo non tutti dobbiamo pagare la tassa. Scopriamo perché e come fare.

 

Come e perché non pagare il canone RAI

Dal 2016 la componente di abbonamento per i servizi televisivi è stata inserita nella bolletta della luce. Entro il 31 Gennaio di ogni anno l’ammontare richiesto deve essere saldato dichiarando il modello F24 tramite il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. Allo stesso modo si può presentare richiesta di esenzione specificando di non essere in possesso di alcuna TV abilitata alla ricezione del segnale Digitale Terrestre (dichiarazione di non detenzione).

Oltre questi altre categorie di utenti possono non pagare il canone richiedendo l’esonero integrale per un anno o presentando dichiarazione anche dal 1° Febbraio al 30 Giugno per la decurtazione semestrale dall’ammontare complessivo. Chi ha compiuto 75 anni entro il 31 gennaio non è tenuto a pagare l’intero anno. Chi, invece, li ha compiuti tra l’1 Febbraio ed il 31 Luglio è esente dal secondo semestre in poi. Inoltre, il richiedente deve dichiarare un reddito annuo non superiore a 8.000 euro ad esclusione del coniuge.

Leggi anche:  Canone RAI: l'unico trucco legale per non pagare la tassa

La fase di esenzione non è automatica ma si procede manualmente presentando opportuna dichiarazione sostitutiva con cui si attesta la presenza dei requisiti richiesti. La dichiarazione ha validità per gli anni successivi purché soddisfatti i predetti requisiti.

Allo stesso modo diplomatici e militari possono evitare il pagamento. Nella fattispecie ci si riferisce ad agenti diplomatici, funzionari o impiegati consolari, funzionari di organizzazioni internazionali, militari di cittadinanza non italiana o personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze NATO. Anche qui è necessario un nostro intervento diretto in quanto il possesso dei requisiti non è riconosciuto automaticamente dallo Stato.

Per coloro che vogliono esentarsi dal pagamento per non detenzione è necessario verificare di non avere apparecchiature in grado di ricevere il segnale. Sono esenti dalla tassazione PC, smartphone e tablet in quanto dispositivi che permettono ascolto e visione solo tramite Internet.