Recensione Sony Xperia 10

Xperia 10

Al Mobile World Congress di qualche mese fa abbiamo visto come la nuova “filosofia” di Sony si sia spostata verso smartphone con display in 21:9. Abbiamo apprezzato questo fattore di forma su Xperia 10 in particolar modo perché permette di avere una larghezza decisamente più contenuta del solito, facilitando l’utilizzo ad una mano. Si, l’effetto telecomando a prima vista è innegabile! Tolto ciò, in Xperia 10 non abbiamo particolari passi in avanti rispetto al predecessore Xperia XA2, soprattutto lato hardware.

Xperia 10: Design 

Xperia 10

Partiamo prima di tutto dal design di Xperia 10 che è una delle cose che ci ha convinto maggiormente. Non tanto per il mero lato estetico, perché non abbiamo nulla di innovativo, ma più che altro per questo fattore di forma che risulta stretto e lungo.

Nonostante questo, le dimensioni generali (156 x 68 x 8,4 mm; 162 g) potevano essere ottimizzate meglio. Nella parte frontale abbiamo cornici molto ridotte – e simmetriche su tre lati – ma quella superiore è decisamente abbondante. Un vero peccato perché, seppur nettamente più stretto della media, l’altezza è paragonabile a quella dei soliti padelloni. In ogni caso, un plauso a Sony che continua per la propria strada senza omologarsi alla massa.

Bene anche per quanto riguarda la qualità costruttiva generale. Il retro di questa colorazione blu è molto gradevole e, nonostante sia in policarbonato e non in vetro, trasmette un’ottima sensazione di solidità. La cosa negativa è che si graffia facilmente.

Anche i frame sono dello stesso materiale ed in quello destro abbiamo tutto ciò che serve: bilanciere per il volume, tasto di accensione ed un ritorno di fiamma, il sensore laterale per lo sblocco con impronta. Questa volta però, è separato dal tasto di accensione (a quanto pare per problemi di brevetti negli Stati Uniti). Bisogna però ammettere che lo abbiamo trovato peggiorato rispetto al passato: non è fulmineo ma soprattutto non è precisissimo. Purtroppo non abbiamo neanche lo sblocco con il volto che ci può dare un mano. O meglio, c’è quello stock di Android, ma rimane il solito problema che basta una foto del volto registrato per sbloccare il dispositivo. La cosa negativa è che tutti i tasti sono esageratamente a filo con la scocca e spesso si fa fatica a premere il tasto giusto.

Software

Xperia 10

Xperia 10 e il software. Parlando del software di Xperia 10 si tocca uno degli aspetti che apprezziamo maggiormente dei dispositivi della casa nipponica. La versione di Android è la 9, con patch di sicurezza di febbraio al giorno della nostra recensione. Come sempre si ha un’esperienza d’uso molto simile a quella dei pixel, ma con qualche personalizzazione niente male. Stranamente però, hanno tolto la possibilità di cambiare icon pack e tema.

Ritroviamo anche in Xperia 10 il sensore laterale – visto per la prima volta con Xperia XZ3 – ma che secondo noi è migliorato. Intanto, per sfruttarlo bisogna interagire con la piccola barra laterale e non con i lati del display. E poi risulta molto personalizzabile: si può scegliere in che lato posizionarlo, in che posizione, la grandezza del sensore, la trasparenza ecc… La sua funzionalità è quella di farci vedere delle scorciatoie per alcune app e si può anche usare come tasto back. Comodo, anche perché non abbiamo delle vere e proprie gesture, ma ci sono quelle appunto dei pixel.

Purtroppo tutti questi buoni propositi sul bel software e sulla User Interface curata, cadono non appena cominciamo ad usare questo Xperia 10, perché – senza giri di parole – è un po’ troppo lento in tutte le operazioni quotidiane rispetto agli standard attuali ed alla sua fascia di appartenenza.

Hardware

Xperia 10

Un aspetto che non ci ha entusiasmato di Xperia 10 è senza dubbio la configurazione hardware utilizzata: decisamente sotto tono per uno smartphone di questa fascia di prezzo.

  • Processore Snapdragon 630: octa-core (2.2 GHz Cortex-A53). Senza dubbio in tal senso potevano fare meglio;
  • GPU Adreno 508: anche nel gaming le prestazioni non entusiasmano e con titoli impegnativi il framerate ed il livello dei dettagli cala notevolmente;
  • RAM: 3 GB. Pochi per il 2019;
  • ROM: 64 GB, espandibile perdendo il secondo slot;
  • Batteria 2870 mAh: porta fino a sera nelle giornate più semplici ma in quelle più impegnative fatica con circa 4 ore di display acceso;
  • Connettività: NFC, porta di tipo C per la ricarica, ingresso Jack, Wi-Fi dual band, bluetooth 5.0, GPS (A-GNSS (GPS + GLONASS). Molto completo sotto questo punto di vista.
Leggi anche:  Sony punta a realizzare un flagship con SoC Qualcomm Snapdragon 865

Display/Audio

Xperia 10

Il display di Xperia 10 dobbiamo dire che ci ha soddisfatto, sia per qualità che per forma. Il pannello usato è un IPS da 6”, come detto in formato 21:9, e risoluzione Full HD+. Non eccelle, ma non è male: buoni angoli di visione, buona riproduzione dei colori; la luminosità massima è anche buona ma quella automatica – anche per quest’anno – è Esageratamente conservativa.

Nell’uso quotidiano questo display allungato risulta molto comodo in diverse situazioni: pensate per esempio ad affiancare verticalmente due app oppure scorrere in verticale tra le notizie delle tante app che usiamo. Per quanto riguarda invece la riproduzione multimediale è sicuramente una buona idea, ma ancora un po’ acerba. I contenuti nativi in 21:9 sono ancora pochi ed alla fine ci ritroviamo a guardare tutti i video con due bande nere belle grandi ai lati.

Xperia 10

L’audio è mono e siamo nella media della fascia di prezzo, sia nella riproduzione di contenuti multimediali che nelle chiamate. Il volume massimo è soddisfacente la qualità del suono in questo caso un po’ meno. 

Comparto fotografico

Xperia 10

Sony quest’anno ha deciso di usare una doppia fotocamera anche nella fascia media, cosa che l’anno scorso avevamo visto solo in Xperia XZ2 Premium. In particolare abbiamo la fotocamera principale da 13 MP con apertura F2.0, e la secondaria da 5 MP con apertura F2.4, solo per la profondità di campo. La fotocamera anteriore è invece da 8 MP con apertura F2.0. 

Dobbiamo ammettere che abbiamo riscontrato un comportamento molto “altalenante”. Di giorno vengono quasi sempre delle buone foto, ben definite, con una buona gestione dei colori… insomma in linea con i competitor di questa fascia. Altre volte invece, c’è questa sorta di intelligenza artificiale che interviene, ed abbiamo notato che nelle scene ricche di verde si ha una gestione dei colori completamente sbagliata. Software della fotocamera decisamente da migliorare, anche perché da quando clicchiamo per scattare a quando la foto viene fatta, passa quasi sempre qualche secondo di troppo veramente fastidioso. Con scarse condizioni di luminosità le prestazioni calano notevolmente e spesso il risultato è appena sufficiente (non abbiamo neanche la modalità notte che ci aiuta).

Con la fotocamera anteriore valgono un po’ le stesse considerazioni: bene di giorno (spesso vengono foto con colori più naturali di quelle con la fotocamera posteriore), mentre con scarse condizioni di luminosità fa spesso fatica nonostante il flash via software.

I video possono essere fatti fino in 4K ed in questo caso si ha la possibilità di registrare in 21:9.Non manca ovviamente il Full HD a 30 e 60 fps. Anche in questo caso non abbiamo particolari sorprese positive e la mancanza della stabilizzazione ottica si fa sentire.

Xperia 10: Conclusioni

In conclusione dobbiamo ammettere che siamo rimasti un po’ delusi da Xperia 10. Attenzione, nel complesso non è male, ma alcune scelte progettuali non riusciamo veramente a capirle. Come per esempio l’hardware usato ed il conseguente prezzo di listino di 350€ decisamente troppo alto.

Sony Xperia 10

295
6.8

DESIGN

7.0/10

SOFTWARE

8.0/10

HARDWARE

5.0/10

DISPLAY

8.0/10

FOTOCAMERE

6.0/10

Pro

  • Manegevolezza
  • Software/aggiornamenti
  • Display

Contro

  • Hardware
  • Prezzo