Tutti coloro che hanno usato almeno una volta Windows Live Messenger, il servizio di messaggistica istantanea prodotto da Microsoft, ricorderanno il tanto amato ed odiato trillo, uno strumento che la piattaforma metteva a disposizione degli utenti per consentire loro di inviare un vero e proprio scampanellio ad un contatto che non aveva ancora letto il messaggio inviato – uno strumento che è stato poi spesso abusato ed utilizzato anche senza un reale motivo, se non quello di infastidire qualcuno.

Ebbene, WhatsApp starebbe pensando di introdurre questa funzionalità anche nella sua app, permettendo dunque agli utenti di richiamare l’attenzione di un proprio contatto facendogli suonare o vibrare lo smartphone anche se la chat sarà silenziata.

WhatsApp, cosa sappiamo della nuova funzionalità in arrivo

Al momento, il trillo è ancora in fase di sviluppo ed è presente solo in alcune versioni Alpha di WhatsApp di pochi tester. A differenza di MSN, però, per poter inviare e ricevere un trillo su WhatsApp è necessario che il destinatario della notifica sia online. Sembra dunque che non sarà possibile inviare alcun trillo qualora il suo destinatario dovesse essere lontano da un punto hotspot WiFi o privo di una connessione dati.

Leggi anche:  Whatsapp e Telegram battuti dal ritorno dei messaggi senza connessione

A differenza della notifica di lettura di un messaggio poi, funzionalità che può essere attivata o disattivata a seconda delle preferenze dell’utente, sembra che il trillo sarà presente come funzionalità di default e non sarà disattivabile in alcun modo.

Insomma, ancora non si sa con assoluta certezza se il trillo verrà integrato o meno su WhatsApp, ma di certo questa novità renderà molto felici alcuni utenti, e scontenti molti altri.

Intanto, sai che esistono delle applicazioni che ti permettono di impostare delle risposte automatiche ai messaggi ricevuti su WhatsApp? No? Allora ti consigliamo la lettura di questo articolo!