motorola 5G

Da sempre in prima fila per quanto riguarda l’innovazione, tra alti e bassi della sua lunga esperienza, Motorola è sempre stato un produttore nella telefonia di alto livello. Non a caso, parliamo dell’azienda statunitense ormai di Lenovo, poiché nella lunga coda dell’avvento dei primi device compatibili con il 5G, Motorola è arrivata prima di tutti.

Ebbene sì, prima di Samsung, Huawei, Xiaomi e Apple. E non c’è da stupirsi, d’altronde molte delle tecnologie alla base dei nostri smartphone sono state create dai produttori dello StarTAC. Pertanto oggi il primo smartphone al mondo realmente in grado di connettersi alla rete 5G è un Motorola, e poco importa se ha battuto i colossi della telefonia con l’uso di un accessorio.

 

Motorola batte Samsung e Huawei con il primo smartphone 5G

Piuttosto che produrre uno smartphone completamente nuovo e costoso, dal 3 aprile è disponibile sul mercato la Moto Mod 5G. Per chi avesse un Moto Z3, con questo accessorio potrà convertire il proprio telefono sulla rete 5G senza spendere cifre folli.

Leggi anche:  Lenovo Z6 Pro potrebbe essere il primo smartphone con fotocamera da 100 MP

Anche la data di uscita non è stata scelta a caso, poiché il 3 aprile 1973 fu effettuata la prima chiamata da un cellulare, il Motorola DynaTAC 8000X. Fu il primo telefono portatile della storia, diventato un’icona di stile in molti film e scambiato come oggetto di culto tra i collezionisti.

Come spesso accade, trattandosi di Lenovo, la Mod 5G non arriverà in Italia, ma sarà destinata per ora al solo mercato statunitense di riferimento per il produttore. L’operatore Verizon USA è il concessionario esclusivo della Mod con cui connettersi al network 5G dello stesso gestore.

Tuttavia, Motorola ha lasciato il segno anche in questo decennio.