samsung-galaxy-note-10-concept

L’anno di Samsung è appena iniziato, il lancio dei Galaxy S10, S10+ e S10e è solo una parte della line-up del produttore coreano. L’azienda nel corso dei prossimi mesi presenterà anche la nuova generazione dello smartphone orientato al settore business.

Se Samsung dovesse rispettare la tradizione, il nuovo Galaxy Note 10 arriverà verso agosto. Le caratteristiche peculiari della serie rimarranno, come la Stylus multifunzione, ma certamente il produttore farà tesoro dell’esperienza maturata con i recenti top di gamma.

Possiamo quindi aspettarci il tanto discusso “buco” nel display e un comparto fotografico al top, in grado di competere con i Huawei P30 e P30 Pro. Tuttavia, sembra che Samsung possa avere una sorpresa in serbo per i consumatori. Questa generazione di Galaxy Note 10 potrebbe essere caratterizzata da due modelli distinti.

Il rumor arriva da alcuni fornitori del colosso coreano che indicano come Samsung stia provando a cambiare i propri piani. Inizialmente era previsto solo un Galaxy Note 10 equipaggiato con il display AMOLED da 6.7 pollici e risoluzione Quad HD. Si tratterebbe dello stesso display utilizzato anche per il Galaxy S10 nella variante 5G.

Tuttavia, l’attenzione degli utenti versi device con schermi più piccoli avrebbe spinto Samsung a cambiare idea. A supporto di questo cambiamento ci sono anche i risultati interessanti del Galaxy S10e.
Samsung potrebbe decidere di utilizzare i pannelli del Galaxy S10+ per realizzare un device dotato di uno schermo da 6.4 pollici. Questa diagonale coinciderebbe esattamente con quella del Galaxy Note 9, quindi non si tratterebbe di una rivoluzione nelle dimensioni, ma più un ritorno alle origini.